“Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare”.

L’emozione che trovo in ogni scatto la cerco prima di tutto dentro di me, nella mia testa, nei miei ricordi e nelle mie passioni. Sono curioso per natura e istintivo. Conosco la differenza tra guardare e vedere e per questo, osservo il mondo come una successione di scatti, una sequenza di espressioni e sguardi, legati da un filo rosso di attimi da cogliere